.
Annunci online

Chi va con lo zoppo, va piano piano.
post pubblicato in Diario, il 3 ottobre 2006


Dal vangelo secondo Quentin Tarantino

 

Una mia attenta ed omonima lettrice mi fa notare, nei commenti al post sotto - laddove biasimo Capezzone per le sue singolari compagnie - che mai si dovrebbero giudicare le persone per le loro frequentazioni. Ed argomenta: Giuda aveva frequentazioni irreprensibili.
Ecco, quel commento mi dà spunto per una riflessione fuori traccia.
Almeno, stando alla storia, Giuda tradì per denaro. La Chiesa ha scelto, invece, di fondarsi sul pentimento di un altro traditore. Del resto, era necessario. Diversamente, oggi, i cattolici si sarebbero  trovati ad adorare, per mezzo del Crocifisso, anche un impiccato. Decisamente troppo pulp. Per qualsiasi editore.  





permalink | inviato da il 3/10/2006 alle 15:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa
Sfoglia settembre        novembre