.
Annunci online

Ve lo do io il blogroll
post pubblicato in Ve lo do io il blogroll, il 13 dicembre 2006


 
Il plurale di fisco - di Uqbar

Il tragigocio
- di Ciro Monacella


Fase due
- di Formamentis


Cosa minaccia la pace
- di Locanda Riformista
 




permalink | inviato da il 13/12/2006 alle 18:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
Partito democratico. Come arrampicarsi sugli specchi.
post pubblicato in Dardi di Nardi, il 13 dicembre 2006



Giuliano Amato ha ripreso la metafora scalfariana secondo cui il sistema politico italiano è uno specchio rotto. Ed infatti quelli che vanno dal 2001 al 2008, data dell' ipotetica costituzione del Partito Democratico,  sono esattamente sette anni di guai.






permalink | inviato da il 13/12/2006 alle 15:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa
Il nuovo libro di Alessandro Piperno
post pubblicato in Letteratura, il 12 dicembre 2006



S’ è fatto attendere ma poi è arrivato. Piperno tenta con questo romanzo di replicare il grande successo riscosso dal suo Con le peggiori intenzioni del quale furono vendute più di duecentomila copie in pochi mesi, creando un caso letterario cui Antonio d’ Orrico si curò caldamente di tirare la volata dalle pagine del Magazine del Corriere. Il nuovo libro di Alessandro Piperno non è il capolavoro che si aspettavano in molti: come il primo pecca un pizzico di presunzione, ma a differenza di quello manca dell’ ambiente, diremmo anche dell’ atmosfera.
Qui non ci sono mutandine sotto le gonne, ti pieghi a vederle, ma nulla: non scorgi il merletto che affrescava molte pagine del primo romanzo. Piperno pare maturato, alla presentazione di questa nuova fatica s’è visto, s’è notato: il velluto della giacca è intatto, così anche la cravatta tweed, ma il pizzetto gli si è inzuccherato di bianco, in pochi anni, e le gonne delle ninfette nel suo nuovo romanzo si son fatte più lunghe, morigerate, appena un po’ scosciate, sì, ma solo al circolo del tennis. Già, al tennis, di domenica mattina, quando i cappellini bianchi delle giovani promesse romane hanno l’ odore dei pini, e alla clubhouse non si fa che un  fitto parlare del gossip generazionale. Il nuovo libro di Alessandro Piperno è una claudicante mucca bianca, già munta allo stremo e “con le peggiori intenzioni”: tra i figli della lupa passa questo erbivoro albino, e semina merda sulla condizione tipica del giovane  emergente; e quello vi nuota nella scia della mucca, e se ne bea. Il nuovo libro di Alessandro Piperno è travertino che sanguina, una pietra scolpita d’ inedia giovanilistica. C’è il fumo delle redazioni, la ressa nelle stazioni, la neve finta sui pini sintetici dei grandi magazzini. Ed in mezzo lui, la sua tastiera, il suo sigillo sulla ceralacca. Il nuovo libro di Alessandro Piperno è il ritratto dell’ assenza, folgorata nella sua posa migliore: un maledetto bisogno di esserci. E così, c’è. 


Il nuovo libro di Alesandro Piperno
Verosimilmente Mondadori.
A più o meno 18 euro. Circa 250 pagine. 
Prima o poi.

 





permalink | inviato da il 12/12/2006 alle 22:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (30) | Versione per la stampa
Buona o cattiva azione di Natale?
post pubblicato in Diario, il 12 dicembre 2006



Prodi ha detto che un' azione di governo che scontenta tutti è una buona azione di governo. In merito alle coppie di fatto, però, stralciando la questione dalla finanziaria e promettendo interventi positivi dopo Natale, in Gennaio, mi pare che si tenti di accontentare tutti. Quest' ultima, dunque, è una buona o una cattiva azione di governo?

 




permalink | inviato da il 12/12/2006 alle 16:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (322) | Versione per la stampa
La ragione influenzata
post pubblicato in Caro Barnaba, il 12 dicembre 2006



Celestino ventila la possibilità che sia impossibile decidere, in modo non viziato, per Welby e per chi è nelle stesse condizioni di questi. Dice: nel momento che godo buona salute, come posso ragionare d’eutanasia od altro? Non sono neanche un po’ d’accordo. Se si ammette che la suggestione data da eventuali contesti possa essere in grado di obnubilare qualsiasi ovvia necessità: quale quella di riconoscere a Welby il banale diritto di disporre della sua esistenza, si dovrà procedere per assurdo e, per analogia, applicare il teorema anche ad altre situazioni. Così in parlamento isitituiremo una commissione di cateterizzati per legiferare in materia di pensioni, di imberbi adolescenti per discutere di problematiche giovanili, e Luxuria sarebbe il migliore dei ministri delle pari opportunità possibile. Dite che funziona? A me non sembra proprio.  


 




permalink | inviato da il 12/12/2006 alle 15:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa
Faccio cose, scrivo mail, prendo per il culo gente...
post pubblicato in Dardi di Nardi, il 11 dicembre 2006



Mi si nota di più se scrivo del trentennale di Ecce Bombo, o se non lo faccio?

da il Riformista

 
 




permalink | inviato da il 11/12/2006 alle 22:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (21) | Versione per la stampa
Motor (immobile) show
post pubblicato in Dardi di Nardi, il 11 dicembre 2006



Prodi al Motor Show ha riscosso il successo di una Multipla.
 

da il Riformista




permalink | inviato da il 11/12/2006 alle 17:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
Quante strade portano alla gnocca
post pubblicato in Diario, il 11 dicembre 2006



Non è mai stata una mia ambizione conoscere starlette e dive: chessò, la Gregoraci o Aida Yespica. Ma se qualcuno nutre questo sogno, e non è un calciatore milionario, non deve comunque disperare: può sempre provare un concorso in magistratura. Come Woodcock. Magari ci riesce.

  




permalink | inviato da il 11/12/2006 alle 15:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
LibMagazine
post pubblicato in Diario, il 11 dicembre 2006


Quando arrivarono da lui, videro che era già morto, e non gli spezzarono le gambe. Uno di loro però gli colpì il costato con una lancia, e subito ne usci acqua e sangue. Ma era già morto. Per quanto lo si possa desiderare intensamente, quel pagano non aveva avuto alcuna intenzione, con quel gesto, di abbreviarne l' agonia, trafiggendolo. Non si trattò di una rozza forma d' eutanasia. E' evidente che il diavolo, che fino a poco prima strisciava lì tra le pietre, ormai, non  fosse già più intorno a quel corpo.  Ne bevvero e mangiarono tutti, poi, per secoli. Per il testamento biologico, almeno, s' era fatto in tempo. 



E' il nuovo numero di LibMagazine, fumatevelo.





permalink | inviato da il 11/12/2006 alle 2:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (30) | Versione per la stampa
Di padre in figlio
post pubblicato in Dardi di Nardi, il 10 dicembre 2006



Finanziaria. Azzerata la tassa di successione se il figlio conserva l'azienda. Sarà contento il signor Gillette.

 




permalink | inviato da il 10/12/2006 alle 2:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (19) | Versione per la stampa
Sfoglia novembre   <<  1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9  >>   gennaio