Blog: http://francesconardi.ilcannocchiale.it

Alice nel paese dei servizi segreti deviati



La mia nipotina, Alice (tre anni ad Aprile), continua a darmi motivo di estrema soddisfazione. Stamane ci siamo appena incontrati: solo qualche attimo, ma quei pochi istanti le sono bastati per offrirmi giustificazioni – non richieste – sul perché non fosse all’ asilo. E’ evidente che il sangue non è acqua e che, dunque, la piccola Alice sta già imparando a fare i conti con quei superbi cocktail preparati dalla coscienza a base di sensi di colpa ed innata predisposizione all’ insubordinazione. Poi, sempre spontaneamente, Alice ha voluto parlarmi dei suoi progetti per il futuro. Io non so se preoccuparmi, fatto è che questa bimba mi piace assai. Ha intenzione, dice, di diventare un poliziotto, condizione che le consentirà, poi, di sparare al sindaco. Le ho chiesto: sai chi è Pollari? Risposta: un gallino. L’ ho baciata e ho detto: piccola, Coco (così mi chiama) va a meditare su quanto gli hai appena detto. – Ok, mi fa, ciao puzzolone. Ed ha ripreso a fare l’ aerosol a Cicciobello.

   
 

Pubblicato il 7/12/2006 alle 12.11 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web